Guida base ai Social Media: quali sono quelli utili al tuo business?

Quali sono i Social Media principali? In quali dovrei essere presente con la mia azienda? Come posso usarli per non commettere errori?

Facciamo un po' d'ordine nel mondo dei Social con una lista dei "buoni comportamenti" da seguire. Ogni piattaforma infatti ha il suo linguaggio e dinamiche proprie precise.
Ricorda: non è indispensabile essere presenti ovunque (rischiando di perdere tempo e risorse), è più importante selezionare i social network migliori per il tuo business e concentrarsi su di essi per creare un'interazione crescente con i tuoi clienti.

Una "mappa" per orientarsi

Prima di iniziare meglio avere le idee chiare su QUALI sono i social network più diffusi.
Dunque: si può distinguere l'area dei Social Network chiamiamoli "puri" (Facebook, LinkedIn, Pinterest) che mirano a costruire una fitta rete di conoscenze e legami tra persone e società, basandosi sulla condivisione di contenuti provenienti da più fonti. Un'altra zona di questa ipotetica mappa-social è quella abitata dalle piattaforme di Microblogging (Twitter) dove gli utenti partecipano con brevi testi a conversazioni esistenti o ne propongono di nuove. E infine, le Content Communities (You Tube, Instagram) che si sviluppano attorno a contenuti multimediali come video, foto e musica.

#1. FACEBOOK

facebook guida

Ad oggi è il Social Network più diffuso, contando più di 1,5 miliardi di utenti. Ripeto: uno-virgola-cinque-miliardi di persone.
Facebook viene utilizzato principalmente per finalità ludiche, ma anche per chi ha un'attività, un negozio o un business di qualsiasi tipo, la Pagina Facebook rappresenta senza dubbio il metodo più efficace per instaurare un dialogo diretto con i propri clienti (reali e potenziali).

  • COSA FARE: Controlla con costanza la tua pagina, rispondi ai commenti e ai messaggi, pubblica contenuti realmente interessanti per il tuo pubblico.
  • COSA ASSOLUTAMENTE NON FARE: Non è il tuo profilo personale, è una pagina professionale! Evita argomenti evidentemente auto-promozionali, auto-celebrativi e auto-referenziali.

#2. PINTEREST

guida pinterest

Un social network contenitore di immagini, o meglio di idee che permette la connessione e la condivisione di foto tra persone che hanno gli stessi interessi: Pinterest si compone di bacheche tematiche (chiamate board) in cui gli utenti raccolgono immagini e piccoli video condividendoli dalla rete o caricandole direttamente nel social.
E' utilizzato sempre più spesso anche dalle aziende per promuovere il proprio brand ed i propri prodotti ricreando negli utenti una forma di ispirazione, per questo i contenuti non devono essere banali, ma rispecchiare l'azienda e il suo stile. Si tratta di un social spesso dato per scontato, e trascurato dalle imprese che non ne vedono l'effettivo risultato diretto, abbandonando la frequentazione della bacheca, il suo uso e aggiornamento costante permettono invece di aumentarne la visibilità e la popolarità.

#3. LINKED-IN

Linked In

È il Social Network professionale per eccellenza, dove lo scopo è creare collegamenti in ambito lavorativo e costruire nuove reti di professionisti accomunati dallo stesso interesse per i contenuti di una community, o per il settore di business del quale si fa parte.
In questo spazio si incontrano anche le domande e le offerte di lavoro, per questo è indispensabile che il profilo personale e quello aziendale siano correttamente aggiornati e monitorati. Contenuti di tipo ludico o immagini inappropriate sono fortemente sconsigliati, e possono mettere in cattiva luce l'immagine del professionista.

#4. INSTAGRAM

instagram social

È un social fotografico che ogni giorno conta più di un miliardo di foto pubblicate e rieditate attraverso i suoi famosi filtri.
Ogni iscritto grazie ai propri scatti può aumentare la propria notorietà, meglio se si tratta di scatti personalizzati e non banali, che rappresentano attimi di vita vissuta.
I contenuti di qualità e di tendenza vengono ben valutati con un click sul cuoricino o un commento. Gli utenti spesso si divertono anche a descrivere e commentare le foto con gli #hashtag che favoriscono la localizzazione nell'immenso database di foto; tuttavia, è bene non utilizzarlo in modo improprio per descrivere una foto, non si acquisiscono follower di qualità e duraturi quando l'hashtag diventa una forma spam, e anche quando il "se mi segui ti seguo anch'io" diventa il proprio commento principale.

#5. TWITTER

twitter

Twitter rappresenta la piattaforma di microblogging più famosa ed utilizzata per comunicare in modo veloce e diretto ogni tipo di notizia in un massimo di 140 caratteri.
Ogni tweet può raggiungere una massima diffusione e visibilità, oltre alla possibilità di essere arricchito con link esterni, video e foto.
È utilizzabile con finalità professionali e di business per comunicazioni istituzionali e di brand. Diventa una fonte autorevole solo se usato con costanza!

E quindi... che ruolo hanno i social network?

Il mondo dei social media è vasto e diversificato, e sopratutto gratuito, non per questo però il loro uso massificato aiuta a promuovere in modo corretto il proprio business.
Ogni social ha una sua funzione specifica e necessita di obiettivi determinati. Obiettivi che un'azienda può perseguire attraverso un buon piano editoriale costruito sulla base dei risultati che si vogliono ottenere nel medio e lungo termine, veicolando messaggi pubblicitari in modo semplice, virale ed alternativo, garantendo un dialogo costruttivo con gli utenti della rete.