Microcopy: i micro-testi che migliorano Usabilità e Conversioni

Microcopy: i micro-testi che migliorano Usabilità e Conversioni cover

A cosa pensi quando si parla di fattori che migliorano la User Experience di un sito?

Probabilmente al layout, all’architettura dei contenuti o alla grafica, tutti estremamente importanti. Ma c’è un altro elemento di UX da non trascurare, che può aiutare ‒ oppure ostacolare sia chiaro ‒ gli utenti: il Microcopy.

Quando parliamo di Microcopy intendiamo quei piccoli frammenti di testo che informano, danno indicazioni, supportano gli utenti o li invitano all’azione. In breve: quelle parole che ci guidano lungo lo User Journey, in grado di trasformare una semplice navigazione in qualcosa di memorabile.

I microtesti puoi trovarli ovunque nel sito:

  • Sui pulsanti
  • Nei campi di un modulo
  • Nei messaggi di errore
  • Nella Pagina 404
  • In una schermata di caricamento

…e in molte altre pagine.

Non giudicare il Microcopy dalle sue dimensioni, giudicalo piuttosto dalla sua efficacia!

Qualsiasi tipo di interazione digitale, che sia su un sito o un’app, avviene mediante Parole. E il non considerare le parole nello studio dell’interfaccia utente è come dimenticare di aggiungere il lievito all’impasto di una torta. Può trasformarsi in un vero tallone d’Achille e inficiare il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Ottimizzare il Microcopy: consigli utili

Solo perché il Microcopy è appunto micro, non significa che sia facile da mettere in pratica o che si possa tralasciare. Come fare, quindi? Ecco alcuni suggerimenti:

#1 Rassicura gli utenti e anticipa le domande

Lo User Testing è uno strumento utile che può aiutarti a conoscere meglio i punti del sito che ostacolano i tuoi utenti e ad anticipare le loro domande, fornendoti informazioni su quali messaggi attualmente sono cristallini e quali invece stanno confondendo il visitatore. È necessario identificare i quesiti e le preoccupazioni che potrebbero sorgere nelle diverse fasi dello User Journey, e sfruttare i micro-testi per rispondere proprio a queste domande latenti.

I micro-testi agevolano l’apertura di un conto in Fineco

#2 Simula conversazioni Umane e Naturali

Anche nelle esperienze digitali – vissute mediante un dispositivo tecnologico – le persone rispondono a stimoli emozionali: ecco che una risposta calda e umana è dunque più apprezzata ed efficace di un freddo messaggio meccanico.

Il compito del copywriter professionista è quello di scrivere testi web in grado di sostituirsi completamente alla conversazione naturale tra individui (tra Azienda e Cliente) e per riuscirci cura tutti gli aspetti della Voce Umana:

  • TOV = Il Tono di Voce del Brand
  • Capacità di Sintesi
  • Capacità di trasmettere prodotti e servizi in termini “umani” per creare empatia e stimolare un senso di fiducia verso l’azienda
Microcopy vimeo

Cos’è Vimeo? Eccolo spiegato in 3 righe, senza frasi fatte

Ecco che anche in questo senso, il Microcopy è Efficace se in grado di ricordare al lettore che dietro al prodotto si celano persone reali.

#3 Chiarisci Step e Azioni

Quando navighiamo abbiamo sempre un obiettivo in mente ‒ ricerca di informazioni, acquisto, prenotazione, ecc. ‒ che raggiungiamo svolgendo una serie di passaggi; se questi step sono noiosi o complessi, tendiamo ad arrenderci e abbandonare.

Per evitarlo, curiamo il Microcopy! Combattiamo la pigrizia che è intrinseca nella navigazione: in un flusso che prevede più fasi usiamo i micro-contenuti per incoraggiare e aiutare le persone a procedere. A volte, basta solo una piccola motivazione o chiarimento.

Perché dovrei comunicare la mia data di nascita? MailChimp risponde

#4 Cura il registro linguistico e il tono di voce

Il Microcopy è spesso vittima della terminologia specifica del settore ‒ succede infatti che i siti web siano zeppi di vocaboli tecnici che rendono difficile la comprensione dei messaggi per gli utenti. È meglio cercare di trasmettere anche le informazioni più tecniche in termini semplici. Leggi e riformula, leggi e riformula, leggi e riformula. È una questione di lima e di ottimizzazione continua finché i testi non risultano fluidi, intuitivi ed estremamente chiari.

E ricorda, parla sempre con il tuo interlocutore digitale come faresti con una persona reale.

Tono di voce copywriting

#5 Rendi il testo personale

Attraverso il Microcopy puoi creare il giusto feeling tra te e i tuoi utenti. Personalizza dove possibile il messaggio per una persona specifica o un cluster di utenti, ti aiuterà a farli sentire speciali.

Quanto Microcopy c’è in un sito? Prendiamo come esempio il sito di Dropbox: sembra molto semplice, senza molte parole. Quanti messaggi pensi che ci siano nell’interfaccia di Dropbox? Incredibile ma vero, ne contiene oltre 27.000. Sì, hai capito bene, 27.000! In confronto, il primo libro di Harry Potter ha poco più di 6.600 frasi. Quanti messaggi sono contenuti nel tuo sito?

E dove sono tutti questi messaggi? Ebbene, la risposta è ovunque, dalla parte superiore del browser fino ai Testi Alternativi di ogni immagine. Ciascun messaggio ha la possibilità di deliziare gli utenti, per questo è necessario occuparsi con cura della loro redazione.

Frecce e call to action per Microcopy

Microtesto associato alla freccia per una sinergia visiva molto eloquente [WeTransfer]

#7 Abbina i testi alle giuste immagini

Che si tratti di foto, illustrazioni o emoji, un’immagine può creare la combinazione esplosiva assieme al Microcopy. La loro sinergia, può scatenare una sensazione di stupore più forte di quanto possano fare le parole o le immagini singolarmente.

“Diamoci il Cinque” al termine di un’operazione in MailChimp

Microcopy e E-commerce: i testi che massimizzano le vendite

Ogni processo di acquisto dovrebbe essere il più semplice e fluido possibile. Spesso gli ostacoli che frenano le conversioni vengono rimossi semplicemente aggiustando il Microcopy. Alcune attenzioni che puoi subito applicare:

  1. Fai attenzione alle call to action dei pulsanti
    I pulsanti sono delle porte chiuse: le persone non sanno cosa si cela dietro e dove li condurranno. Un click sul pulsante sbagliato potrebbe comportare un addebito non intenzionale o potrebbe accrescere il timore di un pagamento poco sicuro. Questo è il motivo per cui i pulsanti dovrebbero essere sempre molto precisi.
  2. Chiarisci come funziona la Sicurezza
    Le persone si preoccupano della sicurezza prima ancora di arrivare alla fase di check-out. Usa il Microcopy per ricordare loro che il pagamento è sicuro ‒ ad esempio scrivendo «Acquista in sicurezza» invece di «Acquista» soltanto. E sulla pagina di check-out includi il badge SSL e un disclaimer a garanzia dell’acquisto sicuro. Anche la posizione è importante: non inserirlo solo nel footer ma ricorda di posizionarlo ad esempio anche accanto al modulo di pagamento nel carrello.
  3. Sfrutta i “click triggers”
    Quelle brevi ma preziosissime frasi (solitamente posizionate prima o accanto ad un pulsante) che ci aiutano a creare dei collegamenti, dei ganci tra i vari elementi di una pagina e a rafforzare ulteriormente il potere persuasivo di una call to action.
  4. Traduci in un linguaggio umano le notifiche di alert e di errore
    È un compito cruciale, molto spesso affidato ingenuamente agli sviluppatori del sito. Il ruolo del copywriter in questo caso è anticipare le necessità, prevedere gli errori di validazione o di sistema e redigere dei microtesti che arrivino in supporto proprio nei momenti di difficoltà. Un esempio pratico: nella pagina di check-out spiega cos’è il CVV anticipando l’acronimo con «Codice di sicurezza» ed eventualmente accompagnandolo con un’immagine esplicativa.
  5. La Thank You Page non è un vicolo cieco ma un nuovo inizio!
    La pagina di ringraziamento dopo l’acquisto è il luogo ideale per chiedere alle persone di compiere un’altra azione per massimizzare ulteriormente l’engagement. Un’idea può essere quella di approfondire la conoscenza con il nostro nuovo cliente, chiedendogli alcune informazioni aggiuntive (sesso, interessi, come ci ha trovati ecc.) oppure invitandolo a condividere il suo nuovo acquisto sui Social Network.

Il potere persuasivo del Microcopy

Prima di iniziare ad aggiungere il Microcopy sul tuo sito, tieni a mente queste cose:

  • Trova la tua voce. Metti insieme delle linee guida su come dovrebbe suonare il tuo prodotto. Molte aziende hanno una guida allo stile di scrittura che definisce il loro tono di voce ‒ a questo proposito ti consiglio di sbirciare la Guida di MailChimp per un esempio molto ben fatto.
  • Rischia senza paura e sperimenta. Se sei un brand piccolo, è molto più facile ricorrere a microtesti divertenti, quindi non aver paura di sperimentare e vedere come le persone rispondono.

Le micro-parole contano

Scrivere un Microcopy efficace è importante quanto il funzionamento della piattaforma o l’usabilità dell’interfaccia. Il microtesto svolge un ruolo essenziale nel plasmare il modo in cui le persone pensano al tuo sito, quindi non perdere l’occasione di deliziare le persone con le parole.

Non si tratta solo di convincere le persone a muoversi dal punto A al punto B. A volte, devi anche lasciar loro godere del viaggio.

Gianna CasarinDigital Account

Gianna è esperta di UX Writing e di Scrittura Persuasiva, aiuta le aziende a valorizzare il proprio brand trovando le parole giuste per raccontarsi e la forma migliore per posizionarle su landing page, mail, siti e e-commerce. Oggi è Digital Account in Adviva Web Agency.

e-book «kit dell’e-commerce customer oriented»

Scopri i gesti necessari per il benessere del tuo progetto digitale.