UX Mobile: 6 consigli per un’Esperienza intuitiva da smartphone

UX Mobile: 6 consigli per un’Esperienza intuitiva da smartphone cover

È chiaro che l’impiego di dispositivi Mobili è un’onda che ha completamente invaso e trasformato il modo in cui utilizziamo i contenuti digitali, in particolare negli ultimi due anni.

Uno studio di comScore mostra che per molte attività usiamo solo e soltanto dispositivi Mobile: Radio (96% solo mobile), foto (96%), mappe (90%), messaggistica (90%) sono tra le categorie che hanno visto una netta virata verso il Mobile. Ma questa transizione sta avvenendo in modo rallentato e irregolare a causa di molti siti ancora male ottimizzati.

Reputi che il tuo sito sia corretto per la navigazione da Mobile?

Per capirlo puoi chiederti:

  • Si carica in meno di 3 secondi?
  • Prima di scrollare, capisco di cosa si tratta?
  • La barra dei Cookie è invadente?
  • Il menù è intuitivo da navigare?
  • Il telefono, il Cerca e le informazioni di contatto sono subito visibili?
  • È un sito su cui trascorreresti del tempo se non fosse il tuo?

Se ad alcuni punti hai risposto «NO», è giunto il momento di rivedere la struttura Mobile attuale e di recuperare il traffico e le opportunità di conversione che stai perdendo.

Perché è così importante ottimizzare il sito per Mobile? Ecco 3 ragioni

#1. Gli accessi ad internet da Mobile hanno superato quelli da Desktop

In Italia (in linea con la tendenza mondiale) l’uso dei dispositivi mobili ha superato quello da pc e computer. Come testimonia l’ultimo report di Audiweb, su un totale di 30 milioni di utenti che si connettono regolarmente, ad oggi sono 21.2 milioni gli italiani ad accedere da Mobile – di questi, 13.5 milioni navigano esclusivamente utilizzando dispositivi mobili.

Statistiche accessi internet

#2. Google premia i siti Mobile First

Per Google, la mobile-friendliness è ormai da tempo un importante fattore di posizionamento, per agevolare gli utenti con risultati pertinenti e di qualità, ottimizzati per i propri dispositivi. Ciò significa che l’algoritmo del motore di ricerca assegna un punteggio maggiore nel ranking ai siti già ottimizzati, garantendo loro maggiore visibilità. Inevitabilmente, quindi, saranno penalizzati i siti con la sola versione desktop, rendendo molto più difficile la già ardua scalata della SERP.
A tutto questo, dal 4 Novembre si è aggiunto il «Mobile-first Indexing» l’esperimento che Google ha annunciato di aver iniziato in tutto il mondo, raccontato nel dettaglio in Mobile-First Index: Cos’è? Come impatta sulla SEO? e riassunto dagli specialisti SEO di Studio Cappello in:

Partendo dal presupposto che è sempre maggiore il pubblico che accede da dispositivi Mobile, Google ha deciso di cambiare polarità: il Mobile è diventato il dispositivo predefinito con cui il motore di Mountain View scansiona, legge e interpreta i siti web. Questo significa che se il vostro sito Mobile ha una quantità ridotta di contenuti rispetto al sito desktop, i contenuti mancanti non verranno visti, né inseriti negli indici e gli utenti non saranno in grado di trovarvi per quei concetti!

#3. Diminuisce il tasso di rimbalzo e migliorano le Performance

Gli utenti da Mobile dimostrano poca pazienza di fronte a siti poco pratici, difficili da navigare o lenti da caricare: un’esperienza negativa potrebbe portarli infatti ad abbandonare il tuo sito, rimbalzando via e perdendo così una preziosa opportunità di engagement. È evidente quindi l’importanza di affidarsi a sviluppatori esperti di UX Design per raggiungere la migliore Esperienza di Navigazione da Mobile.

6 elementi per un’esperienza completa ed intuitiva da Mobile

1. Header compatto e funzionalità fixed

L’abilità sta nel compattare tutti gli elementi principali dell’header (come ad esempio Logo, Menù, Telefono, CTA, Carrello) senza occupare un’intera schermata bensì disponendoli in una fascia sempre visibile e a portata di touch.

2. Semplificazione dello User Journey

Quando interagiamo con app o siti web, abbiamo un obiettivo specifico. E meno sforzi spendiamo per raggiungere questo obiettivo, più siamo felici. L’UX Mobile analizza il percorso più adatto per garantire un flusso lineare degli utenti verso l’azione finale. Inoltre quando ci sono molti contenuti, non è necessario mostrare tutto-tutto in un’unica volta, sovraccaricando le persone di stimoli e di informazioni da assimilare.

Per questo si parla di Progressive Disclosure: rendere le informazioni o le azioni visibili solo quando gli utenti ne hanno bisogno. La divulgazione progressiva ha l’opportunità di ridurre il carico cognitivo e migliorare la comprensione dell’interfaccia.

3. Full screen Experience

Punto di partenza ormai di ogni progetto digitale: immagini e video HD di ottima qualità. La qualità delle risorse ha un impatto diretto sulle aspettative degli utenti del tuo sito. Le immagini non dovrebbero mai apparire sgranate o pixelate da uno schermo (desktop o mobile qui non cambia!).

Inoltre con il rilascio di Samsung Galaxy S8 e iPhone X, il design “senza cornice” è diventato una tendenza e sempre più le persone si aspettano di avere esperienze di navigazione a schermo intero.

Fonte: dribble.com, Shota

4. Gerarchia visuale evidente

È indispensabile progettare la disposizione dei vari elementi con un ordine chiaro e facile da comprendere. I forti indicatori visivi (come i colori a contrasto per i pulsanti di invito all’azione) vengono utilizzati per indirizzare l’utente su determinati elementi interattivi o informazioni essenziali.

5. Colori vibranti e con significati diversi

Il colore è uno degli strumenti più potenti nella nostra cassetta degli attrezzi. Il Colore è un elemento funzionale. Il colore può attirare l’attenzione, creare uno stato d’animo, influenzare le emozioni e le azioni degli utenti. Viene usato per separare visivamente diversi tipi di notifiche, di aree del sito o di azioni. Ma il colore non è qualcosa di fisso, piatto e fermo. Nel Mobile la cromia prende vita, si anima con gradienti e contrasti. Vibra.

Fonte: dribbble.com, Jae-seong Jeong

L’importanza dell’UX/UI Mobile non finisce qui

A tutto questo si aggiungono molti altri fattori chiave, per citarne alcuni: il Copywriting, cresce infatti la consapevolezza che ogni parola deve essere attentamente selezionata (micro-testi inclusi); le Animazioni, che giocano un ruolo decisivo nell’indicare all’utente quali interazioni sono disponibili o per restituirgli un feedback dopo che ha compiuto un’azione; fino all’Intelligenza Emotiva (EI) che nel corso del 2018 vedremo integrarsi sempre di più nell’Esperienza Mobile.

Fonte: dribble.com, Adip Nayak

Per un’esperienza più coinvolgente e piacevole

Esprimere le emozioni è naturale per le persone. Come umani, stabiliamo una connessione emotiva con tutti i prodotti che usiamo. Pertanto, ci aspettiamo un certo livello di feedback umano anche quando interagiamo con i dispositivi Mobili: anche se sappiamo che i siti non sono umani e non possono provare emozioni, vogliamo crederci.

Emiliano PasquazzoWeb Project Manager

Emiliano è co-founder di Adviva Web Agency, nella quale mette la sua esperienza a disposizione dei progetti di e-commerce più complessi ed ambiziosi. Web Developer certificato PrestaShop. Il suo motto è: «La tecnologia è al servizio della Strategia, non il contrario».

e-book «kit dell’e-commerce customer oriented»

Scopri i gesti necessari per il benessere del tuo progetto digitale.